Articoli 

PINEROLO SI PRENDE IL TIE BREAK: VITTORIA DI MISURA CONTRO OLBIA

 04/10/2020 unionvolley


Al palazzetto dello sport di Pinerolo va in scena una delle partite più combattute e tirate della stagione. Dopo un interminabile quinto set l’Eurospin Ford Sara supera di misura la formazione della Geovillage Hermaea Olbia conquistando due punti preziosissimi. Per la formazione isolana è la terza sconfitta consecutiva al tie break, si direbbe quasi un record considerando i 15 set giocati nelle prime tre giornate di campionato. In campo si danno battaglia i martelli Zago (31 punti) e Korhonen (30) in un match altalenante, giocato tre set punto a punto, un terzo parziale dominato dalle ospiti e un quarto in mano alle pinerolesi. Olbia ha messo in campo tutta la sua potenza fisica ma Pinerolo ha saputo contrastarla bene, chiudendo un match difficile e mai scontato.

1 SET Inizio match equilibrato con la centrale Yasmina Akrari protagonista dei primi tre punti biancoblu. Le padrone di casa provano ad allungare, Boldini mura l’attacco di Joly (5-3) ma qualche errore di troppo in attacco consente alle ospiti di agganciare e superare (6-8). Korhonen mette a terra il punto del 7-10. Pinerolo recupera il gap di svantaggio con il muro di Akrari sull’opposta finlandese (10-10). Si gioca punto a punto fino 22-22 poi il muro di Olbia blocca Zago e il primo tempo Akrari e il capitano Barazza chiude 23-25.

2 SET Testa a testa ad inizio secondo parziale tra le due formazioni. Pinerolo passa avanti con Bussoli 8-6. Joly e Ghezzi riportano il punteggio in parità (11-11). Fiesoli manda out il pallone e Joly firma il +2. Le padrone di casa riagganciano immediatamente (13-13). Le due squadre si rincorrono per tutto il set. Si arriva ai vantaggi e la situazione si sblocca solo sul 27-27 quando sale in cattedra capitan Zago e porta le compagne sull’1-1 (29-27).

3 SET Dopo un inizio a favore di Zago e compagne con Bussoli e Fiesoli in evidenza (3-1), Olbia con aggressività e determinazione si porta in vantaggio, complice un evidente calo di Pinerolo (6-12). Korhonen e Joly fanno da traino, impossibile per le pinerolesi contrastare la potenza delle attaccanti della Geovillage. Barazza e compagne tengono le redini del gioco e senza difficoltà chiudono 15-25.

4 SET La reazione di Pinerolo non si fa attendere e arriva puntuale. Il mani out del capitano pinerolese e l’attacco di Fiesoli in mezzo al muro avversario valgono il +4 (8-4). La pipe di Korhonen cade fuori dalla linea di fondo campo (10-5) e Joly sbaglia il servizio (11-6). L’opposta finlandese riapre il set , suoi i tre punti che portano le compagne sul 19-17. Stocco dai nove metri mette a segno il punto del 23-21 e l’attacco di Bussoli non supera il muro (23-22). Akrari sigla il set point con una fast imprendibile e Fiesoli chiude 25-22 murando Coulibaly.

5 SET Le due squadre tornano a giocare punto a punto, Pinerolo mette la testa avanti con l’attacco di Zago e la palla di Fiesoli giocata con astuzia sulle mani del muro (5-3). La Geovillage insegue a due lunghezze di distanza fino al cambio campo poi mette la freccia e passa avanti 12-13. Ci pensa Joly a conquistare il match point ma una Zago scatenata in prima linea annulla due palle set (14-14). Il parziale prosegue fino al 22-22, da entrambe le parti non si concede nulla e allora ci pensa ancora lei, il capitano firma il ventitreesimo punto poi l’attacco di Olbia non passa e sul 24-22 si chiude un match combattutissimo.

Coach Michele Marchiaro: “Da un punto di vista fisico e mentale eravamo preparati per questa battaglia lunghissima, la nostra è stata una settimana di preparazione dura con esercizi a punteggio anche severi. Mi aspetto un campionato tutto così, con squadre di questo livello e anche più alto, anzi, se vogliamo che sia di questo livello dobbiamo ancora crescere noi, ci vorrà tanta umiltà. Siamo una squadra molto intelligente dal punto di vista tattico e in alcuni momenti ci portiamo dietro il pensiero degli errori fatti e con una squadra come Olbia, che picchia dall’inizio alla fine, bisogna passare al punto dopo, fare il nostro gioco e avere fiducia. Ci aspettavamo una partenza muscolare e siamo stati al gioco volontariamente, dovevamo poi portare la partita su binari più tecnici e tattici ma ci abbiamo messo troppo tempo perché ci piaceva questo modo di giocare, bisogna essere un po’ più pragmatici. Abbiamo fatto 18 errori che in cinque set non sono tanti ma loro ne hanno fatti 9 quindi dobbiamo inevitabilmente farne meno. Ci tengo a ringraziare tutta l’organizzazione che oggi si è trasformata in tifo, il nostro speaker e ovviamente le persone che ci hanno seguito da casa”.

EUROSPIN FORD SARA PINEROLO-GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA 3-2
(23/25, 29/27, 15/25, 25/22, 24/22)
Eurospin Ford Sara Pinerolo: Bussoli 12, Boldini 5, Zago 31, Fiesoli 20, Gray 4, Akrari 18, Buffo, Allasia, Fiori (L). Non entrate: Casalis, Tosini, Pecorari. All. Marchiaro Michele.
Geovillage Hermaea Olbia: Joly 23, Angelini 9, Ghezzi 4, Barazza 13, Coulibaly 6, Stocco 5, Korhonen 30, Zonta 1, Ciani, Poli, Caforio (L). All. Giandomenico Emiliano.

Arbitri: Michele Marotta, Simone Cavicchi.
Note: 28’, 33’, 25’, 29’, 29’. Tot: 144’