VALLEFOGLIA PROMOSSA IN A1. A PINEROLO GLI APPLAUSI PER UNA STAGIONE DA INCORNICIARE


La MEGABOX VALLEFOGLIA vince con grande merito la finale dei play off e conquista così la promozione in serie A1. Le marchigiane superano 3-1 l’EUROSPIN FORD SARA PINEROLO chiudendo questa lunghissima stagione sportiva.
Le piemontesi escono con onore da questa finale giocata dando il tutto per tutto e con la consapevolezza di essere state protagoniste in una stagione da incorniciare.
Complimenti alle ragazze e all'intero staff per aver affrontato una stagione così lunga e difficile con grande impegno e professionalità, e per averci creduto fino alla fine.
Complimenti alla società marchigiana per il prestigioso risultato ottenuto.

1️⃣ SET Pinerolo parte con il piede giusto, Akrari e Bussoli per il momentaneo 0-3. Pamio a muro accorcia le distanze (3-5) e Bacchi aggancia 7-7. Zago di potenza poi in pallonetto riporta a +2 l’Eurospin ma Bacchi risponde bene riportando il punteggio in parità (10-10). Dai nove metri il capitano pinerolese tiene bene il servizio (12-15) costringendo la Megabox ad inseguire (20-23). Nel finale le marchigiane annullano due palle set alle ospiti (24-24). La spunta Pinerolo 25-27.

2️⃣ SET Vallefoglia schiaccia sull’acceleratore, la difesa ospite non riesce a contenere i potenti attacchi di Pamio (8-2). Due colpi vincenti di Fiesoli e un muro di Gray su Pamio portano Pinerolo a -3 (8-5). La schiacciatrice marchigiana continua a macinare punti (11-6) con l’Eurospin che fatica a costruire un gioco efficace. Il muro di Colzi su Zago vale il 22-15. Bertaiola conquista il set point con un primo tempo vincente e Colzi chiude 25-19.

3️⃣ SET Equilibrio ad avvio di terzo set con le due formazioni che giocano a ritmi altissimi. Un ottimo break consente alle piemontesi di salire a +7 grazie ad una buona correlazione muro-difesa (10-17). La Megabox non molla, conquista il cambio palla con un primo tempo di Bertaiola poi è Kramer a portare avanti le sue e rimetterle in gioco (16-18). Bacchi sale in cattedra e aggancia 21-21 poi Bertaiola mette a segno due muri su Zago che valgono il 24-22. L’Eurospin annulla portando il parziale ai vantaggi ma l’incredibile rimonta di Vallefoglia viene premiata con la vittoria del set 27-25.

4️⃣ SET Botta e risposta nel quarto parziale. Boldini mura Bacchi e la capitana marchigiana, nell’azione successiva, risponde con un bel mani out (8-8). Due errori nella metà campo ospite regalano il +3 (13-10) e il muro di Colzi su Zago costringe coach Marchiaro a chiamare time out. Il tempo funziona, Akrari riporta palla nella metà campo pinerolese, Boldini mura Pamio e Zago attacca il 14-15. Pamio per ilmcambio palla poi è Kramer show (20-17). È la stessa centrale americana a siglare il match point poi Vallefoglia va a prendersi la serie A1 (25-18).

Michele Marchiaro: “Anche se ora c’è un po’ di amaro in bocca naturale perché la sconfitta fa sempre male è comunque il momento di fare i complimenti, innanzitutto agli avversari che hanno meritato e alla nostra squadra che ha fatto un percorso straordinario dando poi tutto in questa partita. Pochi avrebbero scommesso su questo storico cammino ma le ragazze ci hanno sempre creduto. Abbiamo dato tutto fino all' ultima palla ma Vallefoglia ci è stata superiore. Onore a loro. La storia non finisce qui per nessuno e sono sicuro che le ragazze avranno altre occasioni. Per la prima volta e volutamente nel momento più importante della stagione voglio rendere merito al lavoro del mio staff per cui i ringraziamenti non saranno mai sufficienti. Nei prossimi giorni faremo bilanci più ampi e daremo il giusto spazio a chi ha reso possibile questo sogno”.

MEGABOX VALLEFOGLIA-EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-1
(25/27, 25/19, 27/25, 25/18)

Megabox Vallefoglia: Bacchi 21, Kramer 18, Colzi 7, Pamio 25, Bertaiola 12, Balboni 1, Bresciani (L), Costagli, Durante, Stafoggia. Non entrate: Ricci, Dapic. All. Bonafede.
Eurospin Ford Sara Pinerolo: Bussoli 8, Boldini 5, Zago 27, Fiesoli 8, Gray 3, Akrari 13, Fiori (L), Buffo 1, Allasia. Non entrate: Casalis, Nuccio, Pecorari, Zamboni, Gueli (L).

Arbitri: Cesare Armandola, Angelo Santoro.
Note: 31’, 26’, 29’, 28’. Tot 114’

Condividi questo articolo su:

GlI SPONSOR